BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Berlusconi si ritira dalla politica e non si candida nel 2013. Intervista

Il premier non si ricandiderà alle elezioni del 2013. Al suo posto Angelino Alfano



Berlusconi esce dal mondo della politica italiana: “Avrei voglia di lasciare già adesso ma non lo farò”. Così il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha detto nel corso di un’intervista su Repubblica. Si dice convinto che non ci saranno le elezioni anticipate, che le inchieste in corso che lo riguardano ‘finiranno nel nulla’, para a zero contro i magistrati, dice che il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti è l'unico che non fa gioco di squadra e glissa sul cosiddetto Lodo Mondadori.

Ma ciò che fa più scalpore nelle sue dichiarazioni è l’annuncio che tra 18 mesi il candidato premier del centrodestra non sarà più lui, ma Angelino Alfano, il nuovo segretario del Pdl. Poi assicura anche che l'intesa con Bossi è solidissima. Ciò che si sta movendo, secondo il premier, sono le nuove generazioni.

Il premier ritiene che sia giusto questo modo di lavorare e che loro si stanno movendo in tempo per sostituire lui e Bossi. Alla domanda ‘Non si candiderà alle prossime elezioni politiche?’ il premier secco risponde “Assolutamente no. Il candidato premier del centrodestra sarà Alfano. Io, se potessi, lascerei già ora”.

Paolo Bonaiuti, suo portavoce, gli suggerisce “Non devi dire che ti dimetti” e il premier “Infatti non mi dimetto, però verrebbe voglia. In ogni caso alle prossime elezioni non sarò io il candidato premier”. Se poi Alfano sarà il candidato premier, sembra che Berlusconi non cercherà neanche (come molti avevano ipotizzato) di andare al Quirinale.

Il premier ritiene che ci andrà Gianni Letta, “È la persona più adatta. Anzi è una grande persona. È un buono e ha ottimi rapporti anche con il centrosinistra. Avrebbe anche i loro voti”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il