Manovra fiscale: assenza dipendente pubblico al lunedì o venerdì fa scattare visita di controllo

Più visite fiscali il lunedì e il venerdì per i dipendenti del pubblico impiego



Ancora novità in arrivo da questa nuova manovra finanziaria: ancora una volta colpiscono i dipendenti pubblici. Secondo il decreto legge 98/2011, con riferimento al pubblico impiego, la visita fiscale sarà in ogni caso richiesta sin dal primo giorno quando l'assenza si verifica nelle giornate precedenti o successive a quelle non lavorative.

Ciò significa che se un professore o un dipendente della Pa si mette in malattia il venerdì, lo stesso giorno la sua amministrazione di appartenenza deve chiedere il controllo.

Stesso discorso se l'assenza di malattia si verifica il lunedì. Se la normativa precedente prevedeva che l'Ammistrazione dispone il controllo sulla sussistenza della malattia del dipendente anche nel caso di assenza di un solo giorno, tenuto conto delle esigenze funzionali e organizzative, regola applicabile da lunedì a venerdì, ora le novità dispongono per il controllo sulle assenze per malattia dei dipendenti valutando la condotta complessiva del dipendente e gli oneri connessi all'effettuazione della visita, tenendo conto dell'esigenza di contrastare e prevenire l'assenteismo.

Le nuove regole verranno applicate anche al personale in regime di diritto pubblico: dai magistrati ordinari, amministrativi e contabili, agli avvocati e procuratori dello Stato, ai professori universitari, e i medici, per la maggior parte in convenzione con le Asl, dovranno effettuare più verifiche nei giorni " da venerdì a lunedì.

Le fasce orarie di reperibilità entro le quali vanno effettuati i controlli e i casi in cui viene riconosciuta al dipendente pubblico l'esenzione dall'obbligo di reperibilità devono ancora essere definiti da un decreto del ministero per la Pubblica amministrazione e l'innovazione.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il
Puoi Approfondire