Mutui Luglio 2011 in calo richiesta: valore medio e durata

Calano le richieste mutui a giugno 2011: la situazione



Cala la richiesta di mutui del 17% rispetto allo stesso periodo del 2010 nel mese di giugno 2011. La richiesta ha iniziato a scendere a febbraio e mese dopo mese ha accelerato la sua corsa, arrivando a toccare un -8% complessivo per le richieste di mutui nel primo semestre dell'anno.

Risultato del nuovo rialzo tassi stabilito dalla Bce e portato dallo1,25 all’1,5%, delle difficoltà dei mercati, della crisi della Grecia, e del mercato del lavoro debole. Secondo il Credit bureau services di Crif, il trend rialzista dei tassi non dovrebbe frenare la crescita delle erogazioni e a fine anno la crescita delle consistenze dei mutui dovrebbe sfiorare il +7%.

Anche nei primi giorni di luglio si è registrato un leggero calo delle richieste dopo il giugno del calo. Dal punto di vista territoriale, i cali di richieste più forti sono avvenuti in Umbria e Valle d'Aosta (-13%), nelle Marche (-12%), in Trentino-Alto Adige e in Puglia (-11%), quindi in Toscana e in Campania (-10%).

Le famiglie hanno anche allungato la durata, scegliendo la fascia tra i 20 e i 30 anni, dove si concentra la metà delle richieste e l'importo medio richiesto è di 137mila euro, vale a dire il 2,2% in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il