BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Crisi Italia Luglio 2011: default possibile?

Italia a rischio?



Italia nel mirino di un attacco speculativo, troppo allarmismi per una situazione che non sussiste. L’Italia infatti non sarebbe a rischio default eppure i segnali di una crisi che potrebbe colpire il Paese come la Grecia ci sono tutti.

A spiegarlo è stato Lorenzo Bini Smaghi, membro del board esecutivo della BCE, secondo cui “L'Italia non fallirà mai perchè è un paese ricco, basta guardare asset e liabities. Tuttavia, bisogna dimostrare la volontà di stare dietro il proprio debito con programma di risanamento equo e sostenibile, non una tantum e bisogna realizzarlo giorno per giorno con azioni di politica economica e convincere gli investitori che questo è vero”.

Il Financial Times ritiene poi che si stia creando troppo allarmismo sulla situazione italiana e si stiano, invece, sottovalutando le difficoltà degli Stati Uniti. Se le pressioni di mercato hanno spronato i paesi dell'area euro, compresa l’Italia ad agire responsabilmente, gli Usa stanno arrivando sull'orlo del disastro.

Gli operatori animati da sentimenti ribassisti sull'Italia si preoccupano delle sue banche. Ma non ci sono segnali di una incombente crisi in un paese che non ha avuto una bolla nell'immobiliare.

L’Italia, dunque, sarebbe bersaglio della speculazione, dopo il venerdì nero che l’ha vista presa di mira dai mercati finanziari. La crisi vera, invece, dopo Grecia, Irlanda e Portogallo, dovrebbe colpire la Spagna. Ad esserne convinto è anche il più grande investitore egiziano Sawiris che si dice ottimista sull’Italia “la Spagna sta molto peggio di voi. Tremonti ha lavorato bene”.

Ciò che secondo Sawiris bisognerebbe davvero fare per rimettere in pari il Paese è rispettare i tempi previsti dalla nuova manovra finanziaria con rigore.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il