BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bollo Deposito titoli graduale: tassa e fasce diverse. Come cambia.

Sarà graduale l'aumento dell'imposta sul dossier titoli: come funziona



E’ una delle questioni più controverse contenute nella manovra finanziaria 2011 che domani approda a Palazzo Madama, è quella che riguarda l’imposta di bollo su deposito titoli. L’aumento dell’imposta, secondo quanto stabilito dalle novità del testo, sarà graduale.

In base alla proposta di modifica l’imposta con periodicità annuale sarà di 34,20 euro per gli importi inferiori ai 50mila euro, di 70 euro per quelli pari o superiori ai 50mila euro e inferiori ai 150mila euro; di 240 euro per importi pari o superiori ai 150mila euro e inferiori ai 500mila euro; di 680 euro per importi pari o superiori a 500mila euro.

Dal 2013 l’imposta con periodicità annuale sarà di 230 euro per gli importi pari o superiori ai 50mila euro e inferiori a 150 mila; di 780 euro per importi pari o superiori a 150mila euro e inferiori a 500mila euro e di 1.100 euro per importi pari o superiori a 500mila euro.

Nella relazione tecnica dell'emendamento, si legge che secondo dati Bankitalia risulta un numero complessivo di circa 22 milioni di conti titoli e la norma dovrebbe portare un recupero di gettito di circa 897 milioni di euro annui per i primi due anni e di circa 2.525 milioni di euro per gli anni a partire dal 2013.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il