BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Taglio agevolazioni fiscali per famiglia, scuola, asili nido e mediche in manovra finanziaria 2011

Ancora tagli alla manovra: spint finale prima dell'approvazione



Sprint finale per la maratona parlamentare sull'approvazione della manovra finanziaria, modificata rispetto al decreto varato dal governo, dopo il confronto con le opposizioni. Previsti, tra le novità, tagli alle agevolazioni anche per le famiglie.

Il taglio alle agevolazioni fiscali sarà, dunque, indistinto e riguarderà tutte le 483 voci di agevolazione attualmente previste. Il taglio sarà lineare e sarà del 5% nel 2013 e del 20% a partire dal 2014. Riguarderà, tra l'altro, i figli a carico, le spese per la sanità, i redditi da lavoro dipendente, gli asili, gli studenti universitari.

Questo anche il governo con successivi decreti potrà decidere di escludere alcune categorie. I tagli riguarderanno tutte le voci di agevolazione fiscale ma sarà poi il governo a decidere come intervenire.

A subire una sforbiciata saranno anche i bonus per le ristrutturazioni edilizie, il terzo settore, le Onlus, l'Iva, le accise e i crediti d'imposta. In vigore da subito, già dal prossimo lunedì, inoltre, il ticket sanitario da 10 euro sulla diagnostica e la specialistica e da 25 euro sui codici bianchi del pronto soccorso.

Il ticket è quello introdotto nel 2007 ma le categorie deboli saranno protette perché è prevista l'esenzione, ha spiegato il ministro della Salute, Ferruccio Fazio. Si pagheranno 10 euro sulle ricette mediche e 25 per gli interventi del pronto soccorso in codice bianco.

Dopo le modifiche apportate in Senato, secondo la stima del relatore, Gilberto Pichetto Fratin (Pdl), la manovra vale 47 miliardi a regime al 2014. E ha spiegato che l'impatto complessivo della manovra vale oltre 70 miliardi: 23 miliardi nel 2013 e 47 miliardi nel 2014.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il