BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dove è meglio investire? Immobili e btp negli ultimi 10 anni: rendimenti maggiori delle azioni

La casa l'investimento più scelto dagli italiani



E’ la casa il principale investimento in cui i risparmiatori, grandi o piccoli che siano, scelgono. E’ la sicurezza, la tranquillità che essa assicura a tutti che spinge a optare per questo investimento. Ma con la crisi finanziaria trascorsa, ma non ancora passata, in piena crisi nazionale, ci si chiede se conviene ancora investire nel mattone o sarebbe meglio rifugiarsi in altri.

Se alcuni ritengono fermamente che investire acquistando una casa sia sempre la migliore scelta, altri alcuni suggeriscono prudenza considerando i prezzi attualmente elevati e che nel tempo subiranno cambiamenti. Resta, comunque, difficile dare per certa una situazione decisamente in bilico, per questo CorrierEconomia ha messo a confronto l'acquisto di una casa da affittare nelle quattro principali città italiane con l'investimento in borsa, con quello in titoli di Stato a media scadenza e con un altro bene rifugio, l'oro.

Il calcolo è stato effettuato a 10, 5 e 3 anni fotografando i valori al 30 giugno di ogni anno; per le performance immobiliari è stata presa in considerazione la serie storica di rivalutazione e svalutazione del bene da locazione elaborata da Nomisma e, trattandosi di dati lordi per il calcolo della redditività effettiva, il calcolo è stato effettuato su un abbattimento del 50% dei valori, per tenere conto di tasse e spese di gestione.

La gran parte del guadagno della casa a 10 anni è dovuta alla rivalutazione dei prezzi: la differenza teorica di valore (al lordo delle spese per l'acquisto) di una casa a Roma tra il 2001 e oggi è stata dell'83,4% mentre a Milano si è limitata al 47,2%.

Il calcolo sulla Borsa, invece, è stato effettuato osservando la variazione dell'indice Comit perfomance che ingloba anche i dividendi mentre per i titoli di Stato è stato seguito l'indice Rendistato lordo a giugno di ogni anno. Dopo il confronto, il mattone vince nel confronto che parte dal 2001.

Tra le città quella con la migliore performance è Roma che consente di ottenere i canoni di locazione più elevati e ha conseguito rivalutazioni nel tempo più consistenti. Nel decennio la performance complessiva di Roma è stata di poco più del 100%, contro il 59% di Milano, un risultato comunque ottimo se si considera che l'inflazione di periodo è stata del 22,2%.

Bene anche per chi sceglie di investire nei titoli di Stato, capaci di garantire una discreta difesa dei risparmi, con 18 punti di performance sopra il dato Istat del costo della vita. Nel confronto a cinque anni solo la casa a Roma pareggia, con +19,5%, il conto con i titoli di Stato, nelle altre grandi città gli immobili sono riusciti almeno a difendersi dall'inflazione. Non va bene, invece, per gli investimenti in azioni in Borsa, attualmente sconsigliati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il