BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Eurobond: risposta a crisi debito Italia e Europa

L’Fmi favorevole a obbligazioni emesse da Unione Europea



Nonostante la speculazione dei mercati e la risposta dell’Italia, il Belpaese non gode certo di un’ottima salute finanziaria. Servono misure che portino alla vera, seppur lenta, ripresa economica del Paese, servono regolarità, trasparenza, osservazione puntuale delle nuove misure della manovra finanziaria 2011 approvata a tempo record dal Parlamento italiano.

I nostri ministri sono fiduciosi, l’Ue anche, ma la situazione non è delle più rosee. Secondo le valutazioni del Fomdno monetario internazionale, le tensioni sul debito sovrano sono un fattore chiave di rischio con possibili ampi effetti regionali. Nel documento dell'Fmi, che ha recentemente promosso i passi condotti per il risanamento dei conti pubblici dall'Italia, si legge che ritardi nella soluzione della crisi potrebbero essere costosi per l'Euro e l'economia globale.

Per questo, per fronteggiare le crisi e dare risposte convincenti ai mercati l'Eurozona si dovrebbe scegliere un approccio più federale, che avrebbe probabilmente ‘limitato il contagio nell'area dei problemi di alcuni stati accelerando la loro soluzione e rafforzando la coerenza politica delle decisioni’, si legge nel rapporto dell’Fmi.

Fra i vantaggi di un approccio e di una sistema federali c’è l’opportunità di condivisione del rischio attraverso la messa in comune del debito degli stati partecipanti.

Gli Eurobond ridurrebbero, infatti, il costo del debito di molti stati attraverso una dimensione del mercato più ampia, maggiore profondità, liquidità e diversificazione e questo piazzerebbe il mercato degli Eurobond dell'Eurozona alla pari con quello dei T bond americani rafforzando l'euro quale una fra le maggiori valute di riserva.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il