BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Manovra finanziaria: tasse su famiglie e aziende più alte per tagli ad enti locali

La manovra correttiva farà aumentare la pressione fiscale a livelli record



Tasse più alte per famiglie, a causa dei tagli alle agevolazioni fiscali di cui beneficiavano, e aziende. Previsto, poi, un taglio da 15 miliardi per Regioni ed Enti locali che colpirà soprattutto scuola, trasporti e servizi sociali, questa almeno la cifra stimata dalla Cgia di Mestre sommando i tagli previsti dalla manovra correttiva del 2010 (6,4 miliardi) e da quella appena varata (8,5) e i cui effetti nel 2014 saranno a regime.

Una stangata che colpirà soprattutto i cittadini, perché le voci di spesa che maggiormente risentiranno di questi tagli saranno quelle legate alla scuola, ai trasporti, alla salvaguardia del territorio e ai servizi sociali. Nel 2014, per quanto riguarda i Comuni, i tagli complessivi ammonteranno a 4,5 miliardi di euro, pari al 6,7% della spesa totale, di cui 1,36 per i servizi generali.

Per le Province, si stima un taglio totale di 1,3 miliardi, pari al 10,9% della spesa complessiva e il carico maggiore sarà a danno dei servizi generali per un importo di 339 milioni, mentre per le Regioni ordinarie, il taglio previsto è di 6,1 miliardi, pari al 17% della spesa complessiva, di cui 1,03 miliardi a gravare sui servizi generali. La manovra correttiva farà, dunque, aumentare la pressione fiscale a livelli record mai toccati in passato e nel 2014 arriverà addirittura al 44,1%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il