BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sigarette: prezzi più alti. Aumento per marca

Dieci centesimi in più per comprare un pacchetto di sigarette



In aumento ancora il prezzo delle sigarette in Italia. Da ieri, il prezzo di vendita al pubblico di oltre 250 prodotti commerciali del gruppo Bat, tra i più noti Camel, Ms, Fortuna, Lucky strike, Pall Mall, è stato incrementato di 10 centesimi a pacchetto.

L’aumento era stato deciso tre settimane fa dal gruppo Philip Morris, e poi ratificato dai Monopoli, per un altro centinaio di etichette, tra cui Marlboro, Merit, Diana, Multifilter e Philip Morris.

Gli aumenti del fumo pian piano accrescono le entrate fiscali dello Stato, basti pensare che l'incidenza di imposte e tassazione sulle sigarette supera i due terzi del prezzo.

Per fare un esempio, fissato in maniera convenzionale un prezzo 100 per le sigarette, e arrotondando le percentuali ai valori medi, il 58,5% del prezzo verrà versato nelle casse dell'erario a titolo di accisa, il 17% finirà ugualmente allo Stato per il pagamento dell'Iva, mentre solo il 10% è l'aggio del venditore e il 14,5% costituisce l'incasso per il produttore. Complessivamente lo Stato incassa ogni anno circa 13 miliardi di euro in fiscalità dalle sigarette.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il