BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riscaldamento case e uffici a prezzi più bassi ed ecologico con i Server. Progetto Microsoft

Trasformare i server in fonti di calore per case: la novità Microsoft



Trasformare i server in fonti di calore per il riscaldamento di uffici ed abitazioni domestiche: questo il nuovo progetto Microsoft. Gli ingegneri del colosso di Redmond hanno spiegato come sia possibile modificare l’attuale configurazione dei server dislocati sul territorio statunitense, spostando alcune unità di elaborazione presso uffici ed abitazioni per sfruttare il calore prodotto durante le attività per il riscaldamento.

Queste temperature si aggirano infatti intorno ai 40/50 gradi Celsius, che sono basse per rigenerare energia elettrica ma sufficienti per applicazioni domestiche. Realizzando questo meccanismo si potrebbero ottenere vantaggi in termini economici quantificabili intorno ai 300 dollari l’anno per ciascun server e la possibilità di ridurre i tempi di latenza per l’accesso alle informazioni archiviate sugli stessi, grazie al posizionamento dei server in punti strategici a ridosso delle aree urbane.

Queste ultime potrebbero poi utilizzare in maniera del tutto gratuita l’energia prodotta dall’elaborazione e presente sotto forma di calore per riscaldare sia gli ambienti (in uffici e case), sia l’acqua da destinare alle singole utenze domestiche. L’unica cosa che bisognerà tenere sotto controllo sarà l’ubicazione dei server, da evitare in aree maggiormente esposte a pericoli fisici, problema che però sarà risolvibili grazie a controllori che monitoreranno in ogni momento ogni eventuale guasto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il