BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Italia rischio default: come difendere i propri risparmi

Consigli su come proteggere i propri risparmi in tempi di crisi



Italia sull’orlo del precipizio, per lo meno così dicono alcuni esperti, mentre il ministro dell’Economia italiano, Giulio Tremonti, insieme al premier Berlusconi, rassicura i ‘suoi’ cittadini, spiegando anche che la manovra finanziaria 2011 approvata lo scorso mese dal Parlamento servirà a far pareggiare i conti all’Italia.

Queste le previsioni per il futuro, nel frattempo oggi il Belpaese rischia il default, la Borsa di Milano crolla, le banche sono in difficoltà, aumentano le imposte di bollo sui deposito titoli, gli esponenti dell’eurogruppo sono pronti ad estromettere l’Italia dalla serie di aiuti da destinare alla Grecia per il piano di salvataggio stabilito proprio a causa delle sue difficoltà interne.

Anche se è difficile riuscire a prevede un default dell’Italia. Come fare, dunque, in questa situazione di squilibrio a proteggere i propri risparmi senza correre rischi? Partendo dal presupposto che qualsiasi tipo di investimento attualmente comporta anche un minimo di rischio, Ernesto Preatoni, l'uomo che tentò la scalata alle Generali rastrellando azioni per oltre 1400 miliardi di lire, offre alcuni consigli ai risparmiatori, a partire dal fatto di rimanere lontano dai mercati azionari sopratutto dei paesi che sono particolarmente indebitati.

Sarebbe bene non prendere neanche in considerazione qualsiasi fondo d'investimento e considerare l'acquisto di immobili in Paesi fortemente indebitati. Secondo Preatoni, sarebbe bene tenere la liquidità ‘da parte’, perché potrebbe servire per i prossimi 3-4 anni e consiglia di comprare immobili in Paesi politicamente stabili, socialmente tranquilli, con scarso indebitamento pubblico e con tassazione favorevole. Ad esempio Estonia, Lettonia, Lituania, Russia.

Inoltre, suggerisce per i risparmiatori che hammo la tendenza in questo periodo a posticipare il momento delle decisioni, "che sia invece urgente prendere delle decisioni dimenticandosi anche i prezzi a cui si sono comperate azioni, obbligazioni, fondi di investimento. Se lo scenario fosse quello di una grande depressione i prezzi attuali sarebbero ancora estremamente elevati. Se invece lo scenario fosse quello inflattivo il rialzo degli immobili nei paesi sopradetti sarà comunque largamente premiante”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il