BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Unico 2011 scadenza 5 agosto: novità dopo manovra finanziaria

Nvità e sanzioni più aspre per chi compila Unico: cosa cambia



Scadono il 5 agosto i termini per i versamenti di Unico 2011 e chi è chiamato a pagarli dovrà fare i conti le novità della manovra finanziaria 2011 per gli studi di settore, partendo dal differimento dei termini di versamento con la maggiorazione dello 0,40% per i soggetti sottopost gli studi di settore.

Le novità della manovra prevedono l'inasprimento delle sanzioni nel caso di omessa presentazione del modello, la possibilità da parte dell'amministrazione finanziaria di accertamento induttivo quando i dati degli studi vengono omessi o indicati irregolarmente, e l'abrogazione della norma che stabiliva l'obbligo della motivazione quando vengono disattesi i risultati di Gerico nei confronti di un contribuente congruo.

E’ stata inoltre introdotta una nuova norma che prevede sanzioni specifiche per chi altera i dati degli studi di settore. La suddetta sanzione per infedele dichiarazione è stata elevata del 10% se si tratta di infedele dichiarazione o di omissione dei dati degli studi se il maggiore reddito d'impresa o di lavoro autonomo accertato è superiore al 10% del dichiarato.

L'elevazione della sanzione trova applicazione solo quando il contribuente non presenta i dati dietro specifico invito dell'Agenzia. Inoltre, può riguardare sia chi compila non correttamente i dati degli studi sia chi omette il modello. L'accertamento induttivo sarà effettuabile quando il reddito accertato risulta, dunque, superiore al 10% rispetto al dichiarato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il