BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Scuola: assunti insegnanti precari da due diverse graduatorie. Rischio contenzioso

Nuove assunzioni della scuole: polemiche per le diverse graduatorie



Saranno migliaia i nuovi assunti della scuola ma la vera novità delle nuove assunzioni sarà il fatto che essi proverranno da due diverse graduatorie e questo sistema rischia di dar vita ad un nuovo contenzioso. Secondo quanto annunciato dal ministero, saranno 30.308 i docenti precari cui dovranno essere assegnate, un terzo delle quali provengono dalle vecchie graduatorie.

È la prima volta che in Italia le assunzioni nella scuola vengono effettuate da due diverse graduatorie, cosa che innescherà nuov polemiche, soprattutto politiche. Il deputato siciliano del Partito democratico, Tonino Russo ha subito commentato “Hanno fatto i conti a tavolino per discriminare i supplenti meridionali.

È indegno per un paese civile che il governo continui a discriminare in modo così evidente una parte del Paese. Dovranno spiegare i criteri alla base di questa ripartizione”. La ripartizione prevede 10 mila assunzioni dalle graduatorie dell'anno scorso e le restanti 20.308 dalle nuove graduatorie.

“È un buon successo, commenta invece il senatore leghista Mario Pittoni, in quanto salviamo migliaia di docenti del Centro-Nord scavalcati dai colleghi del Sud in possesso dei famosi superpunteggi dopo la riapertura delle graduatorie.

Saranno poi 6.280 le immissioni in ruolo per le insegnanti di scuola dell'infanzia, di cui quasi un quarto dalle vecchie liste: 1.681 dalle graduatorie 2009/2011 e 4.599 dalle graduatorie per il 2011/2014. Per la scuola media saranno 1.680 le assunzioni dalle vecchie liste su 7.277.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il