BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni e manovra finanziaria agosto 2011: non considerati anni università e militare ma calcolati

Confermato l'attuale regime previdenziale per coloro che hanno maturato quarant'anni di contributi



Dopo l’incontro tra il premier Berlusconi e il leader del Carroccio ieri ad Arcore, è stata raggiunta una nuova intesa sugli interventi previsti dalla manovra finanziaria 2011 di agosto.

Dimezzati i tagli agli locali, i piccoli Comuni non saranno soppressi ma ne verranno accorpate le funzioni, Iva bloccata, contributo di solidarietà solo a carico dei parlamentari, il contributo di solidarietà sarà poi sostituito da ‘nuove misure fiscali finalizzate a eliminare l'abuso di intestazioni e interposizioni patrimoniali elusive nonchè riduzione delle misure di vantaggio fiscale alle società cooperative’ e l'Iva non sarà aumentata.

Controverso, come sempre, il capitolo pensioni: dopo il no della Lega a modifiche al sistema pensionistico, il calcolo sarà effettuato soltanto in base agli effettivi anni di lavoro, per cui per raggiungere gli anni di anzianità non si terrà più conto degli anni di servizi militare prestato e degli anni universitari che verranno scorporati mantenendo immutato l'attuale regime previdenziale.

Gli anni in questione, però, verranno computati per il calcolo della pensione. Confermato, dunque, il mantenimento dell'attuale regime previdenziale già previsto per coloro che abbiano maturato quarant'anni di contributi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il