BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni e anni università e militare: calcolo con nuove regole manovra finanziaria agosto 2011

Le novità pensioni della manovra estiva 2011



L'intesa è stata raggiunta: dopo sette ore di vertice ad Arcore è stato deciso il destino economico dell'Italia. Le novità della manovra di agosto riguardano soprattutto il contributo di solidarietà sui redditi alti, che resterà a carico solo di parlamentari e calciatori, la decisione di non aumentare l'Iva, stretta sulle società di comodo per i beni di lusso, e un intervento sulle pensioni.

Ed è proprio questo punto uno dei più controversi e che ha scatenato diverse polemiche. Per le pensioni resterà in vigore l'attuale regime previdenziale, ma il calcolo dell'anzianità si baserà solo sugli anni di lavoro effettivi, i periodi di laurea o di servizio militare rimarranno fuori dal calcolo degli anni di lavoro necessari a raggiungere l'anzianità contributiva, ma rimangono comunque utili ai fini del calcolo della pensione.

Dal 2012, dunque, serviranno 40 anni di lavoro effettivo, al netto del riscatto della laurea e del servizio militare. Per chi ha riscattato la laurea, le annualità riscattate continueranno ad essere utili ai fini del calcolo della pensione.

Per esempio, se un lavoratore ha riscattato la laurea può lasciare il lavoro solo dopo 40 anni di attività, ma il calcolo della pensione in questo caso avviene su tutti i contributi versati. Nel caso, dunque, del riscatto di un normale corso di laurea, il calcolo della pensione avviene su 44 anni.

Il problema nasce per chi va ancora in pensione con il sistema retributivo, cioè per tutti coloro che nel 1995 avevano più di 18 anni di contributi, perché in questo sistema la pensione è calcolata al massimo su 40 anni di versamenti. Ad essere colpiti saranno soprattutto i medici.

Sono stati proprio loro i primi a manifestare contrarietà al provvedimento, sostenendo che la stretta determinerà proprio nei confronti dei medici il maggior taglio che oscilla tra i 10 e i 12 anni, considerando che ai 6 anni per la laurea vanno aggiunti dai 4 ai 6 anni per la specializzazione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il