Aziende 3 anni in perdita come società di comodo tra novità contro evasione fiscale in manovra

Nuovo pacchetto di misure anti evasione in manovra finanziaria agosto: cosa prevede



Nel mirino della manovra finanziaria di agosto evasori fiscali e furbetti. L'ultima novità parla di un pacchetto di misure contro l'evasione e l’elusione fiscale, del valore di oltre 2 miliardi, che servirà a mettere sotto scacco persone fisiche e società.

Il nuovo pacchetto prevede innanzitutto il rafforzamento del redditometro, con il contestuale potenziamento delle indagini effettuate attraverso l'anagrafe sui conti correnti bancari, in modo da accertare in modo più tempestivo l'effettivo tenore di vita di soggetti ritenuti a rischio evasione.

In caso di rilevanti scostamenti emersi in dichiarazione dei redditi, potrebbero scattare gli accertamenti automatici. La’ltra novità vede spuntare l’ipotesi di una sorta di condono fiscale, stabilito da un concordato che l’evasore potrebbe definire con il Fisco per pagare la somma che deve.

Ciò significa che il maggior imponibile accertato potrebbe essere sanato attraverso il pagamento di un'imposta forfettaria. Tra le novità più importanti del nuovo giro di vite antievasione spiccano la stretta sulle società di comodo, che prevede l'inasprimento di norme già in vigore e il contestuale incremento del livello minimo oltre il quale scatta la tassazione e le novità che riguardano le società in perdita.

La manovra prevede che dopo tre anni di perdita esse vengano assimilate alle società di comodo, e dunque sottoposte anch'esse al nuovo regime fiscale. Per quanto riguarda le cooperative, infine, previsto il taglio delle attuali agevolazioni fiscali.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il