BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni: donne a 65 anni e età per pensioni di anzianità più alta in manovra. Già dal 2012

Donne in pensione a 65 anni e ritocchi su pensioni di anzianità: le novità dal 2012



Saltata la norma sul riscatto degli anni di laurea e del militare ai fini del computo dell’età pensionale che si potrà raggiungere solo con 40 anni di contributi, la voce pensioni della manovra finanziaria 2011 continua ad essere il nodo principale di discussione.

Le nuove misure prevedono età pensionabile delle donne nel privato a 65 anni con scatti dal 2012, ritocchi su pensioni di anzianità, per cui si prevede un innalzamento di un anno di età ogni anno a partire dal 2012 al 2015, e incremento dell'aliquota contributiva per i precari.

Quest’ultima misura è particolarmente criticata perché è quella che colpisce maggiormente i giovani e che prevede l'aliquota contributiva per i lavoratori parasubordinati pari a quella dei dipendenti. Quindi si passerebbe dal 26% al 33%, già a partire dal 2012.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il