BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Auto ecologiche: in Italia nessuno le compra

Il 93,58% dei veicoli circolanti in Italia non è eco: le abitudini degli italiani



Mentre spopolano nuove tecnologie e modelli eco sulle quattro ruote, progetti a sostegno dell’ambiente a cui molti costruttori si stanno dedicando, dagli ultimi dati che riguardano l’Italia, emerge che gli italiani non impazziscono per le auto eco e dimostrarlo sono i numeri.

Delle 36.651.669 autovetture circolanti sulle strade italiane all'inizio del 2011 ben il 93,58% era costituito da modelli con alimentazione tradizionale, cioè a benzina o a gasolio e ciò significa che, nonostante gli incentivi alle soluzioni ecologiche del 2009, la presenza di auto con alimentazioni alternative sulle strade italiane è ancora molto ridotta, secondo l’Osservatorio Metanauto (struttura di ricerca sul metano per autotrazione).

Dai dati dell’Osservatorio emerge che le vetture a metano costituiscono l'1,80% del parco, quelle a gpl sono il 4,62%, mentre per le auto elettriche la quota è praticamente nulla (0,003%), dato che, secondo l'Aci, gli esemplari circolanti all'inizio del 2011 erano appena 1.279, molto pochi considerando i consistenti investimenti fatti da molti Stati per favorire la mobilità elettrica.

Secondo Dante Natali, presidente di Federmetano e a capo dell’Osservatorio Metanauto, sarebbe opportuno creare nuove condizioni per rilanciare tutti i possibili consumi automobilistici virtuosi in termini ambientali, considerando anche che ci sono soluzioni, come il metano, che hanno già dimostrato la loro efficacia nella riduzione delle emissioni.

E, accanto a rilanci e nuovi incentivi, andrebbe anche potenziata la rete di distribuzione, fondamentale nel convincere la gente a migrare dalla benzina e dal diesel a soluzioni più eco e rispettose dell’ambiente.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il