BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni di anzianità: eliminazione in discussione in manovra finanziaria

Brunetta: “Ora delega per eliminazione pensioni di anzianità”



Dopo aver incassato il sì al Senato, la manovra finanziaria 2011 è oggi arrivata alla Camera per ricevere poi mercoledì prossima l’approvazione definitiva. Il premier Silvio Berlusconi ha assicurato che nulla dovrebbe cambiare ma che verranno rivisti tutti gli emendamenti.

Punto da sempre cruciale di questa manovra resta la voce pensioni. Stabilita la norma dei 40 anni di contributi e dell’adeguamento dell’età pensionabile a 65 anni delle donne del settore privato entro il 2014, sul capitolo pensioni interviene il ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta, secondo cui “la riforma penionistica e la sostenibilità del nostro welfare è al 95%. Il 5% che manca è l'eliminazione definitiva delle pensioni di anzianità, ma ci arriveremo.

L’eliminazione delle pensioni di anzianità sarebbe già stata realizzata se Umberto Bossi non si fosse messo di traverso. Ma bisogna dare atto alla Lega di una qualche flessibilità e io mi definisco moderatamente soddisfatto. Siccome però bisogna realizzare la delega fiscale e assistenziale credo che si possa inserire anche una delega previdenziale per mettere ordine all'intero sistema”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il