BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bot ad un anno: rendimento 4,15% record. Si possono comprare nonostante crisi?

Andamento Bot: conviene acquistarli?



Il Tesoro ieri ha collocato sul mercato il nuovo Btp a cinque anni ad un tasso volato al 5,6% dal 4,93% dell'ultima asta: è il livello più elevato raggiunto nei 12 anni di vita dell'euro.

Il nuovo Btp 15 settembre 2016 è stato venduto per un ammontare pari a 3,865 miliardi di euro, a fronte di richieste pari a 4,945 miliardi. Chi ha deciso ieri di rinnovare il Bot annuale in scadenza e ha partecipato all'asta tenendo il titolo di Stato nel portafogli ancora per un anno ha visto ricompensato l'atto di fiducia nei confronti del Tesoro con un rendimento mai visto dai tempi precedenti al crack-Lehman: il 4,15% lordo o il 3,3% al netto del prelievo fiscale (12,5%) e delle commissioni di acquisto.

Il rendimento offerto ieri dal Bot annuale rappresenta un bel premio per il risparmiatore che ama investire in casa, perché permette di proteggere il denaro dall'inflazione.

Ma c’è da fare attenzione: un rendimento così elevato rappresenta fondamentalmente il sintomo della sfiducia che i mercati hanno sulle capacità di reazione del nostro Paese e sulle sue possibilità di risolvere i problemi e c’è, dunque, il rischio che il Tesoro non riesca a mantenere i propri impegni con i creditori, cioè con banche, investitori istituzionali e con le famiglie che acquistano gli stessi titoli.

Nonostante, dunque, le misure di intervento e gli aiuti, bisogna essere consapevoli del fatto che l’Italia vive effettivamente un rischio di default, anche se remoto, rispetto alla Grecia, e che quindi il consiglio è di acquistare i Bot ma diversificando sempre l'investimento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il