Condono fiscale ed edilizio in discussione dopo approvazione manovra finanziaria

Torna l’ipotesi del condono



Diventata legge la manovra finanziaria 2011, che ieri ha ricevuto l’approvazione dalla Camera e questa mattina la firma del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, rispunta l'ipotesi di un condono fiscale ed edilizio, presentato da Domenico Scilipoti, che ha esortato il Governo a valutare se adottare il condono fiscale.

Scilipoti sostiene che le norme anti evasione adottate con la manovra finanziaria 2011 rappresentano “una svolta epocale e che nell'immediatezza devono essere accompagnate da misure che consentano il recupero di nuove risorse economiche”.

Secondo Scilipoti, il condono fiscale dovrebbe dare ulteriori poteri a Equitalia per beccare chi non dichiara debiti con il fisco. Scilipoti ipotizza, inoltre, un condono edilizio per tutti gli abusi realizzati fino al 31 dicembre 2010 per una volumetria non superiore al 25% dell'esistente.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il