BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Aumento iva: prezzi più alti da subito

Sale l’Iva ma non per tutto: gli aumenti



L'aumento di un punto percentuale dell'Iva, passata con l’approvazione definitiva della manovra finanziaria 2011 dal 20 al 21%, su beni e servizi come abbigliamento, calzature, televisori, computer, moto, auto, giocattoli, ed anche cioccolato, vino, acqua minerale e bevande gassate in generale, vacanze, detersivi, biancheria e tessuti per la casa, e ancora affitto garage, posti auto e noleggio mezzi di trasporto, pedaggi e parchimetri, gioielleria e orologeria, valigie e borse e altri accessori, l’Iva per parrucchieri servizi di professionisti, artigiani, artisti, servizi legali e contabili, senza dimenticare bollette elettriche e carburanti, è entrata in vigore sabato 17 settembre, provocando un repentino aumento dei prezzi.

Nessun rincaro colpirà, invece, pane e latte, pomodori e giornali, prodotti con Iva al 4%. Aumenti immediati anche per la benzina, che si aggirano tra 1,2 e 1,3 centesimi.

Alla Q8 la super è andata da 1,572 a 1,587, il diesel da 1,455 a 1,470; alla Ip da 1,549 a 1,558, da 1,433 a 1,441; all'Avia da 1,545 a 1,558, da 1,410 a 1,421 e via crescendo. Li dove alcuni prezzi sono schizzati da sabato stesso, ci sono anche gruppi come Zara, Esselunga, Honda, Benetton, Stefanel ed anche Tim, che hanno annunciato che l’aumento dell’imposta sul valore d’acquisto non ricadrà sui prezzi dei prodotti.

Secondo Confesercenti, l’aumento dell’Iva comporterà per le famiglie italiane una spesa di 140 euro. Il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, ha annunciato che si lavorando ad un esposto da presentare a tutti i comandi provinciali della Guardia di Finanza, affinché dispongano ispezioni a tappeto negli esercizi commerciali, finalizzati ad accertare irregolarità nell'applicazione della nuova aliquota”. La decisione nasce dal timore di arrotondamenti dei listini sempre al rialzo esempre a danno del cittadino che decide di comprare.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il