Manovra finanziaria ufficiale ma tasse sulla casa, patrimoniale e cancellazione agevolazioni

Le novità casa allo studio: le ipotesi



All’indomani dell’approvazione della manovra finanziaria 2011 d’estate, con alcune modifiche decisamente rilevanti, si torna a parlare di casa, da una rivalutazione delle rendite catastali, al possibile anticipo dell'Imu già dal 2012, al taglio dei bonus e all'ipotesi di una patrimoniale.

Se oggi le rendite vengono alzate del 5% a fini Ici, poi potrebbero essere aumentate, ad esempio, del 10 o del 15%, o magari essere soggette a una correzione differenziata per categorie di immobili.

Le ipotesi delle rendite catastali fanno compagnia ad un possibile avvio anticipato dell'Imu, la nuova imposta municipale, che partirebbe dal 2012 anziché dal 2014. Spicca, inoltre, anche il riordino delle agevolazioni: nessuno dei bonus principali legati alla casa figura negli incentivi intoccabili.

Ciò significa che verranno tagliate molte agevolazioni per la casa, dalle detrazioni del 36% e del 55%, alle imposte ridotte sugli acquisti di prime case, alla cedolare secca sugli affitti, allo sconto sugli interessi del mutuo, alle deduzioni forfettarie sui canoni di locazione. Tutte queste agevolazioni pesano per poco più di 13 miliardi sui 164 conteggiati dai tecnici.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il