BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni con età più alta e tassa patrimoniale: le nuove misure contro la crisi

In discussione di nuovo età pensionabile e tassa patrimoniale: le novità



Nonostante l’approvazione definitiva alla manovra finanziaria 2011, che ha incassato il sì dopo mesi di un iter decisamente burrascoso, si torna a parlare di pensioni e di tassa patrimoniale.

Le novità in discussione riguarderebbero l'ipotesi della patrimoniale, che verrebbe limitata agli immobili su patrimoni oltre gli 1,2 milioni, e a spingere per questa soluzione sono diversi ambienti del Pdl e della Lega, sempre contraria, invece, a qualsiasi ipotesi di intervento sulla previdenza; e l’innalzamento dell’età delle pensioni.

Potrebbe, infatti, spuntare l’ipotesi di anticipare al 2012 quota 97 (somma di età anagrafica e contributiva) per le anzianità o il ripristino dello scalone Maroni per poi arrivare a quota 100 nel 2015 (e quindi all'azzeramento di parte dei trattamenti anticipati).

Un intervento che potrebbe essere integrato con l'innalzamento a 67 anni della soglia di vecchiaia nel 2020 o 2025. Altre novità di cui si potrebbe discutere riguardano le agevolazioni per l'uso di metano da autotrazione nelle Regioni che ospitano impianti di rigassificazione, l’allungamento della durata delle concessioni demaniali per despositi e stabilimenti energetici costieri (da 4 a 20 anni) per favorire gli investimenti dei privati, e un bonus per la banda larga a favore delle Pmi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il