BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tassa su casa e patrimoniale: nuove misure contro debito pubblico

Le nuove ipotesi al vaglio del governo



In risposta al declassamento dell’Italia annunciato ieri dall’agenzia americana S&P, l’Italia si è rimessa a lavoro per presentare nuove riforme strutturali: a partire dall’ipotesi di una nuova tassa patrimoniale, alla nuova riforma fiscale, ad un nuovo innalzamento dell’età pensionabile a 67 anni. 

Per quanto riguarda l’ipotesi della patrimoniale, l'idea di tassare i grandi patrimoni è una misura su cui anche Confindustria ha manifestato appoggio, purché però non si tratti di una misura dalla matrice prevalentemente parlamentare.

Tra le proposte al vaglio quella di introdurre una patrimoniale sui beni immobili con valore catastale oltre 1,2 milioni di euro, con possibile esclusione dei beni strumentali delle imprese.

Oltre alla patrimoniale, poi, l’attenzione è puntata sulla voce casa e spunta la possibilità di anticipare al 2102 l'arrivo della nuova imposta municipale, così come quella di rivedere al rialzo la percentuale di rivalutazione (oggi ferma al 5% dal 1996) delle rendite catastali. Secondo le ultime stime effettuate la tassazione al valore catastale vale 62 miliardi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il