BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Crisi economica: Borse giù, Btp-Bund spread record. Comunicato Ue al G20 per banche e Fondo Stati

Crollano ancora le Borse: il G20 impegnato in un piano di azione comune a sostegno della crisi



Profondo rosso ancora per le Borse europee: ieri Milano ha chiuso a -4,52%, peggio è andata a  Francoforte, che ha ceduto il 5,02%, e Parigi, in calo del 5,13%. A pesare su Piazza Affari, come immaginabile, anche il taglio di rating a lungo termine di Intesa Sanpaolo, Mediobanca e Bnl da parte di S&P's. Unicredit ha visto confermato il rating ma virare in negativo l'outlook, le prospettive.

Nuovo tonfo anche a Wall Street, dove il Dow Jones ha perso il 3,51% chiudendo a quota 10733,83, e il Nasdaq ha ceduto il 3,25% a 2455,67 punti. Male la giornata anche per quanto riguarda i Btp: lo spread con i bund tedeschi è volato a 412 punti in prossimità del massimo record di 413 punti, portando la Bce a effettuare nuovi acquisti.

Intanto, i rappresentanti del G20 si sono dichiarati disponibili ad un'azione forte e decisa contro la crisi, soprattutto a sostegno di un sistema finanziario che mostra alcune fragilità, impegnandosi ad assicurare la stabilità del settore bancario.

Così il G20 si impegna a un piano d'azione comune, ambizioso, in cui ognuno farà la sua parte a sostegno della crescita, all'attuazione di piani di risanamento credibili, a prendere tutte le misure necessarie per preservare la stabilità del sistema bancario e dei mercati finanziari, cosicché le banche centrali continueranno a restare pronte a fornire liquidità alle banche.

Pronto, dunque, un nuovo fondo salva-Stati, che supporterà gli aumenti di capitale delle banche più fragili. Intanto, il primo ministro britannico David Cameron ha invitato la zona euro a dedicarsi con urgenza al suo indebitamento per trovare una soluzione alla crisi attuale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il