BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Concorsi pubblici per dipendenti interni vietati

Le autonomie territoriali non possono prevedere concorsi riservati solo al personale interno



Niente più concorsi pubblici riservati ai dipendenti interni: il passaggio di carriera deve avvenire esclusivamente tramite concorso pubblico con eventuale riserva ai dipendenti interni, ma mai superiore al 50% dei posti.

La novità è stata definita dai magistrati del Tar Lazio di Latina in merito ad un caso avvenuto per la determinazione del responsabile del settore amministrativo di un Comune che è stata considerata illegittima perché prevede una procedura selettiva interna per la copertura di un solo posto di Comandante, anziché quella del concorso pubblico.

Le nuove norme vigenti sono quelle della Riforma Brunetta che prevedono che i passaggi tra le aree possono avvenire esclusivamente con riserva di concorso e vi possono partecipare solo lavoratori in possesso di titolo di studio necessario per l'accesso dal l'esterno. Ne deriva, dunque, l’impossibilità di bandire un concorso per un solo posto interamente riservato ai propri dipendenti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il