BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità da riformare e stipendi pubblici da diminuire: lettera Bce segreta al Governo

Liberalizzazioni, flessibilità del lavoro, novità pensioni: richieste della Bce al governo italiano



Sarebbe stato il motivo che avrebbe spinto il governo italiano a elaborare la manovra finanziaria dell’estate approvata in tempi record, prevederebbe liberalizzazioni, flessibilità del lavoro, privatizzazioni e misure sulle pensioni: questo, per lo meno, ciò che è trapelato sul cosiddetto documento segreto della Bce inviato al governo lo scorso 5 agosto.

Si tratta di una lettera ‘strettamente confidenziale’ firmata dal presidente della Bce Jean-Claude Trichet e dal suo successore e attuale governatore della banca d'Italia Mario Draghi.

Nella lettera si legge che ‘il Consiglio direttivo della Bce ritiene che sia necessaria un'azione pressante da parte delle autorità italiane per ristabilire la fiducia degli investitori e vista la gravità dell'attuale situazione finanziaria sollecita a prendere tali decisioni il prima possibile per decreto legge seguito da ratifica parlamentare entro la fine di settembre 2011’.

Emerge, inoltre, la necessità di rendere più severi i criteri per ottenere le pensioni di anzianità e di allungare l'età pensionabile delle donne nel settore privato in modo da avere risparmi di bilancio già nel 2012, nonchè l'opportunità di ridurre significativamente il costo degli impiegati pubblici, rafforzando le regole sul turnover e, se necessario, riducendo gli stipendi.

Per accelerare la crescita dell'economia, Trichet e Draghi esprimono l'esigenza della piena liberalizzazione degli ordini professionali e dei servizi pubblici locali, prevedendone la privatizzazione su larga scala ed un serio impegno per abolire o consolidare alcuni livelli amministrativi intermedi, come le Province, puntualizzano Draghi e Trichet.

Si tratta di misure che avrebbero dovuto essere inserite in un decreto legge da varare il prima possibile ed approvare in Parlamento entro la fine del mese di settembre, perché ‘essenziali’.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il