BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Carte prepagate 2011: uso in forte aumento

Su le prepagate, giù le revolving: gli italiani preferiscono la sicurezza



Nel 2010 in Italia si è registrato un calo del numero di carte di credito in circolazione (-3,3%), mentre è cresciuto quello delle carte di debito (+9,2%). Giù, dunque, le carte revolving, la cui diffusione sempre minore, secondo l'Osservatorio, è dovuta al periodo di difficoltà economica che ha fortemente inciso sull'atteggiamento dei consumatori italiani, oggi più prudenti nei confronti di tutte le forme di finanziamento dei consumi.

Ciò che, invece, è emerso è stata la crescente diffusione delle carte prepagate, seppure con un ritmo in rallentamento rispetto agli anni passati: +16,3% nel 2010 contro il +29,5% del 2009. Trend del 2010 che nel 2011 dovrebbe essere confermato e consolidato seguendo il trend del 2010.

A livello geografico, secondo i dati raccolti, le carte prepagate sono maggiormente diffuse in Lombardia (23,07% del totale nazionale), seguita da Lazio (11,74%) e Veneto (9,64%), mentre quello delle carte rateali conferma il primato della Lombardia (14,77% del totale nazionale) seguita dalla Sicilia (11,00%) e dal Lazio (10,72%).

Se le carte prepagate trasmettono sicurezza perché hanno un limite di spesa scelto dal titolare (che quindi a maggior ragione vale in caso di furto o smarrimento) e non permettono di andare oltre la cifra caricata, i rischi delle revolvig hanno inciso sulla loro minore diffusione nel territorio italiano.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il