BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Patrimoniale: tassa proposta da Confindustria con Manifesto Imprese per la crescita Italia

Si alla patrimoniale se diminuisce le tasse per imprese e lavoratori



“Possiamo anche dare la nostra disponibilità, in via del tutto eccezionale, per una patrimoniale ma solo se servirà a diminuire le tasse per lavoratori e imprese”.

Lo ha dichiarato il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, che si dice disponibile ad accettare la cosiddetta patrimoniale a patto che le risorse reperite vengano utilizzate per ridurre le tasse su imprese e lavoratori. Intervenendo alla presentazione del Manifesto delle imprese per l'Italia, la Marcegaglia ha ribadito che l'operazione “potremmo accettarla solo perchè in un momento particolare di crisi come questo e per abbattere l'Irpef e l'Irap”.

Il Manifesto delle imprese nato con l’obiettivo di condurre l’Italia verso un nuovo percorso di crescita è nuovo documento comune fra le parti sociali, che si sviluppa in cinque punti specifici: spesa pubblica e riforma delle pensioni; riforma fiscale; cessioni del patrimonio pubblico; liberalizzazioni e semplificazioni; infrastrutture e energia. Il documento è stato condiviso e firmato dall’intero mondo delle imprese (Confindustria, Rete imprese, Alleanze delle cooperative) e bancario (Abi).

Secondo le imprese, l’analisi sulla situazione in cui attualmente versa l’Italia è spietata: non c’è crescita, le imprese sono sempre meno competitive, i giovani vedono ridursi opportunità e speranze; il 95% dei contribuenti dichiara redditi inferiori a 50.000 euro. Tutto ciò accade e per evitare la catastrofe è necessaria la maggiore coesione possibile, di tutte le risorse e di tutte le intelligenze e agire senza indugi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il