Pensioni: finestre e nuove quote fanno calare richieste

Calano le richieste di pensione: i motivi



Nuove quote e finestre fanno calare la richiesta di pensione, basti pensare che nei primi otto mesi dell'anno le nuove pensioni hanno registrato una flessione di oltre il 19%, solo 43.221 sono usciti con una pensione di vecchiaia a fronte dei 68.070 dei primi otto mesi del 2010.

A rendere nota questa situazione è stato il presidente dell'Inps, Antonio Mastrapasqua, che ha spiegato che dal primo gennaio 2011 si è passati da quota 95 a 96, dunque è aumentata la combinazione data dall'età anagrafica con i contributi versati per i dipendenti; quota salita a 97 per gli autonomi. “Dall'altra parte c'è anche l'effetto finestre istituite con la legge 2010 e che dall'1 gennaio 2011 vedono 12 mesi di ritardo per il pensionamento dei lavoratori dipendenti e 18 per gli autonomi”. 

Il calo dei nuovi assegni è stato evidente soprattutto per le pensioni di vecchiaia passate da 115.812 accertate nei primi 8 mesi del 2010 a 87.894 accertate nello stesso periodo del 2011 con un calo del 24,1%. Nel 2010 per l' uscita dal lavoro con l' età di vecchiaia erano disponibili nell' anno quattro finestre e quindi l' attesa per l' uscita per i dipendenti si aggirava tra i 3 e i 6 mesi, invece dei 12 attuali.

Per quanto riguarda la finestra mobile, bisogna comunque assistere ai suoi effetti, considerando che coloro che hanno raggiunto i requisiti per la pensione entro il 2010 hanno utilizzato le vecchie finestre per uscire nel 2011, le ultime sono state aprile per i dipendenti, luglio per gli autonomi.

A pagare le maggiori conseguenze delle novità pensioni sono stati per ora soprattutto i lavoratori dipendenti: nei primi otto mesi del 2011 sono usciti con una pensione di vecchiaia solo in 43.221 a fronte dei 68.070 dei primi otto mesi del 2010 (-36,5%) mentre per i coltivatori diretti, artigiani e commercianti, i cali sono stati molto meno consistenti avendo potuto questi utilizzare, nel caso di requisiti raggiunti entro il 2010, la finestra di luglio.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il