BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Conti corrente zero spese 2011: i migliori a confronto

Come scegliere un conto a zero spese: le proposte



Sono diverse le banche che attualmente offrono tra i loro prodotti almeno un conto corrente a zero spese, che non prevede, cioè, commisioni e spese fisse. Si tratta in genere di conti online che permettono di effettuare molte operazione gratis via internet o telefono.

Il conto corrente online offre, infatti, numerosi vantaggi sia dal punto di vista operativo che da quello economico, perché permette di utilizzare i tradizionali strumenti bancari in tutta comodità e sicurezza, on line, senza necessità di recarsi allo sportello, permette l’accesso online alle varie funzionalità come home banking, mobile banking, servizio clienti, offre la possibilità di gestire i propri soldi in qualsiasi momento, 7 giorni su 7, 24 ore su 24 e garantisce tutte le operazioni previste da un normale conto corrente bancario.

Un conto corrente online buono dovrebbe prevedere carta di credito e carnet assegni gratis, bancomat e prelievi su ogni sportello gratis, canone mensile zero, bonifici online e pagamenti a zero spese e home banking e mobile banking gratis.

Tra le proposte presenti sul mercato di conti a zero spese troviamo quelle di Fineco, che ha un canone mensile di 5,95 euro a zero se si accredita lo stipendio; di Riflex Banca Mediolanum, con canone mensile pari a 0 oppure massimo a 5 euro al mese a seconda della giacenza media annua che si ha sul conto corrente; di IwBank, conto sempre a zero spese, che offre un rendimento del 4% su somme vincolate per 12 mesi.

Altra offerta è quella di Sparkasse Italia, che propone un conto corrente a zero spese, senza neppure spese di apertura, gestione o chiusura, non prevede limiti di operazioni, offre assistenza online e telefonica e l’imposta di bollo è a carico della banca. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il