Google: Annuncia il Video Store

Google ha annunciato ufficialmente un nuovo servizio online video store e un nuovo pacchetto 'base' di software gratuiti, proprietari e non, che è già possibile scaricare dal sito del colosso



Google ha annunciato ufficialmente un nuovo servizio online video store e un nuovo pacchetto "base" di software gratuiti, proprietari e non, che è già possibile scaricare dal sito del colosso. La sfida agli altri grandi rivali del mercato computer e media, quali Apple, Microsoft e Yahoo, è quindi lanciata. Totalmente confermate quindi le indiscrezioni trapelate nella giornate di ieri.

L'annuncio è stato fatto al CES (Consumer Electronincs Show) 2006 da Larry Page, una dei due fondatori di Google, durante la sua keynote, che ha visto anche l'intervento del famoso attore Robin Williams e della star NBA Kenny Williams. In maniera alquanto inusuale Larry Page ha esordito nel suo intervento esortando la consumer electronics industry a rendere la vita più facile ai consumers focalizzandosi sulla "standardizzazione" dei vari accessori come per esempio gli alimentatori.

Page ha anche presentato la nuova offerta software dell'azienda: un “one-stop software package” gratuito per gli utenti di Microsoft Window XP, che aiuta a scoprire, installare, e tenere aggiornati una serie di programmi essenziali per il PC.

Google Video Store

Page ha annunciato il nuovo Google Video Store, uno store online di programmazione video in soluzione pay-per-download. Il servizio viene descritto da Google come il primo "open video marketplace enabling consumers to buy and rent a wide range of video content from a major television network, a professional sports league, cable programmers, independent producers and film makers". Le capacità del collaudato servizio di ricerca Google Video serviranno quindi ad offrire i contenuti video dei vari partners dell'azienda come il network televisivo CBS e la NBA (National Basketball Association).

Google ha però deciso di offrire maggiore flessibilità rispetto al rivale Apple iTunes consentendo ai content owners i fissare i propri prezzi per i video. I providers avranno l'opportunità di offrire contenuti su base download-to-own o download-to-rent. A Google spetterà il 30 percento del prezzo di vendita.

Per avere una conferma immediata della possibilità di diversificazione dei costi dei video basta analizzare le caratteristiche dei primi contenuti che saranno messi a disposizione dal colosso. La National Basketball Association metterà in vendita sul Google Video Store i broadcasts delle partite NBA un giorno dopo l'evento per $3.95, il network americano CBS invece venderà gli episodi delle popolari serie "CSI" e "Survivor" allo stesso prezzo dei video su iTunes cioè $1.99 per download. Page afferma: "Google video will let you watch lots of high quality video on the web for the first time. You can search and browse, and we make it fast and easy for you to watch ... For video producers and anyone with a video camera, Google Video will give you a platform to publish to the entire Google audience in a fast, free and seamless way".

Altri contenuti video disponibili nello store:
Video musicali di SONY BMG, Feature Length Independent Films da Greencine.com, Historic, news ed educational footage da ITN, le interviste di Charlie Rose, Cartoon classics da Classic Media, programmi educativi per bambini da Clearvue, clips dalla Getty Images Archive Films Collection.

Il servizio sarà online nelle prossime ore, probabilmente a questo indirizzo: http://video.google.com/

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il