BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Legge Intercettazioni: norma contro siti web e blog rimane nell'emendamento Pdl. Funzionamento

Cosa prevede la norma ammazza blog



Le mobilitazioni di piazza a nulla sono servite: resta nella legge intercettazioni il dovere di rettifica entro 48 ore per i siti informatici, comprese le testate giornalistiche. L’emendamento al ddl intercettazioni stabilisce che la rettifica debba essere visibile per trenta giorni e deve essere pubblicata in un link inserito sulla pagina principale di tutti i blog.

Sarà l'autorità per l'informatica nella Pubblica amministrazione a stabilire, metodo di accesso, caratteristiche tecniche e grafica. La norma definita ammazza-blog ha scatenato nei giorni scorsi le proteste del popolo della rete, contro il comma 29 del Ddl intercettazioni he prevede l’obbligo di rettifica p per tutti i siti informatici e non solo per i periodici e ‘obbliga’, dunque, i proprietari di qualunque blog a pubblicare entro 48 ore dalla segnalazione, eventuali rettifiche, pena 12.500 euro di sanzione.

Per la segnalazione di rettifica sarà sufficiente una e-mail. Ma, come accusato da molti, si tratta di un provvedimento che colpisce la libertà in rete. Alla norma si oppongono il partito di Casini, e il Partito democratico, pronto a usare tutti gli strumenti parlamentari per contrastare il disegno di legge sulle intercettazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il