BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bot 2011 rendimenti sopra il 3% dopo declassamento Moody's. Consigli per scegliere i migliori

Investire in Bot: quali scegliere



Il Tesoro qualche settimana fa ha collocato sul mercato il nuovo Btp a cinque anni ad un tasso al 5,6% dal 4,93%, livello più elevato raggiunto nei 12 anni di vita dell'euro.

Chi, dunque, ha deciso di rinnovare il Bot annuale in scadenza ancora per un anno ha visto ricompensato l'atto di fiducia nei confronti del Tesoro con un rendimento mai visto dai tempi precedenti al crack-Lehman: il 4,15% lordo o il 3,3% al netto del prelievo fiscale (12,5%) e delle commissioni di acquisto.

In realtà, rendimenti più elevati rappresentano fondamentalmente il sintomo della sfiducia che i mercati hanno sulle capacità di reazione del nostro Paese e sulle sue possibilità di risolvere i problemi e c’è, dunque, il rischio che il Tesoro non riesca a mantenere i propri impegni con i creditori, cioè con banche, investitori istituzionali e con le famiglie che acquistano gli stessi titoli. In questo scenario si inserisce anche il nuovo declassamento dell’Italia ad opera, questa volta, di Moody’s.

Il declassamento di Moody's dovrebbe portare ancora un piccolo rendimento in più e visto che l'Italia non corre rischi concreti di fallimento, si possono acquistare titoli a breve, magari entro un anno per chi vuole stare sul più sicuro.

Conviene, dunque, oggi investire in bot, e, infatti, si è scatenata la competizione dei salvadanai online, offerti da banche italiane e straniere, primi investitori dei titoli di Stato in euro e che soffrono tutte le volte che l' ansia da debito sale. Nei mesi estivi, i depositi vincolati accessibili dalla Rete sono aumentati anche di mezzo punto percentuale, arrivando a toccare, se si considerano le scadenze 12-18 mesi, anche il 4%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il