Mutui tassi di interesse più alti ad Ottobre: confronto offerte fondamentale

Spread più alti: come stipulare un nuovo mutuo



Salgono i tassi di interesse dei mutui, sale lo spread dall’1,5 al 3%, e oggi scegliere la tipologia di mutuo è piuttosto difficile, considerano l’incertezza dei mercati. A settembre le banche hanno iniziato a ritoccare gli spread, tendenza che sta continuando ancora oggi.

Dal mese di luglio a oggi, infatti, le tensioni legate alle incertezze sul debito pubblico dell'Italia e di altri Paesi europei ha alzato il costo del denaro per le banche italiane, costrette a loro volta a dover aumentare i costi per la clientela, come per i mutui.

Se prima dell'estate lo spread (parametro che la banca usa per calcolare il tasso d' interesse, cresciuto di molto in molti istituti) medio per un mutuo era intorno all' 1,50%, oggi ci sono istituti che prevedono spread anche oltre il 3%, aumenti che però variano da una banca all’altra.

Dunque, per scegliere bene un mutuo sarebbe il caso di effettuare prima una sorta di comparazione tra le offerte delle diverse banche in modo da rendersi conto delle differenze. La differenza di spread, infatti, può costare assai cara: l' 1% in più significa, su un mutuo medio di 130 mila euro, un che al posto di pagare 800 euro se ne pagheranno all' anno.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il