BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Regime dei minimi non più valido da fine 2011: chi può rimanere e chi deve uscire

Sono 500mila coloro che escono dal regime dei minimi: le nuove agevolazioni



Saranno quasi 500mila gli autonomi, i professionisti e i piccoli esercenti che dovranno abbandonare a partire dal 2012 il regime agevolato dei minimi, quasi il 96% di coloro che ne sono titolari attualmente.

Non si tratta di un’uscita volontaria, ma indotta dalla manovra finanziaria che ha completamente stravolto le regole, per le agevolazioni di tale regime fiscale.  Una modifica in qualche modo epocale per quelle micro-imprese e quei piccoli studi a cui, proprio per le limitate dimensioni di fatturato, è stato finora assicurato un basso prelievo fiscale, insieme a tutta una serie di semplificazioni anche contabili.

Attualmente la platea che ha il regime minimi è composto al 60% da tre grandi categorie: professionisti (oltre il 35%), commercianti (12,5%) e imprese delle costruzioni (11%). A livello territoriale, un terzo dei 506mila contribuenti che fanno parte del regime è condensato in tre regioni: Lombardia (13%), Lazio (11%) e Campania (10%).

Di quelli che hanno dichiarato un reddito, ben il 60% arriva appena a 10mila euro e solo il 6% supera i 40mila. Dal 2012 potranno essere ammessi nella cerchia degli agevolati imprese, artigiani e professionisti che hanno appena iniziato, con un preciso limite temporale di 5 anni e potrà richiederlo ancora chi non avrà ancora compiuto 35 anni (sempre che non cresca il suo volume di fatturato). Chi usufruirà di questo regime pagherà appena il 5% di tasse.

Ad usufruire di questa agevolazione sono al momento i quasi 21mila che non sono costretti ad uscire dal vecchio regime. Chi è già minimo da tre anni, potrà rimanere al massimo altri due. Resta qualche semplificazione anche per chi esce dal vecchio regime dei minimi, soprattutto l’esenzione dal pagamento dell’Irap.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il