BusinessOnline - Il portale per i decision maker


3% netto con Bot, conti deposito e obbligazioni societarie

Qual è il miglior investimento di oggi?



La Bce non ha abbassato i tassi, l' inflazione viaggia al 3% e qualsiasi investimento comincia ad essere remunerativo solo se i rendimenti che offre superano questa soglia. CorrierEconomia ha esaminato le soluzioni di investimento che permettono attualmente di guadagnare anche il 10%.

Per sfiorare il 3% netto si possono utilizzare i Bot annuali, che dopo l' estate hanno subito, come tutti i titoli di Stato italiani, un notevole rialzo dei rendimenti, bene anche i conti deposito che per vincoli a 12 mesi offrono anche il 3,4% netto, investimenti a basso rischio con la possibilità di essere gestiti online e con soldi sempre a disposizione.

Le proposte più convenienti attualmente sono quelle di InMediolaum, con un 3,75% vincolo a 12 mesi, di Conto Conto di Banca Carige, con un 3,5% per 6 mesi, e di Santander, che offre un 3% a 12 mesi, con la spesa di bollo annuo di 34,2 euro. Bene anche i prestiti societari, che in alcuni casi garantiscono affidabilità superiore ai titoli di Stato, oggi indeboliti.

Altra soluzione che potrebbe essere buona se però scelta con attenzione è quella delle cedole azionarie dei grandi pagatori di dividendo. Eni, Enel, le utilities, che sempre offrono una remunerazione interessante ai socia causa del notevole calo delle quotazioni e quindi in grado di dare un rendimento del dividendo che oscilla tra il 6 e il 10%.

I bond societari sono diventati per qualcuno una sorta di bene rifugio nel mercato del reddito fisso, capaci anche di offrire mediamente almeno un punto percentuale di rendimento in più rispetto ai titoli governativi con rating tripla A.

Anche se anche in questo scenario c’è da andare con i piedi di piombo, Mondher Bettaieb Loriot, fund manager specializzato nei corporate bond del gruppo elvetico Vontobel, ritiene che le obbligazioni ad alta sicurezza vengono emesse prevalentemente dalle società industriali e dalle utilities, mentre sono più ad alto rischio i bond bancari. Loriot promuove i settori dei consumi e alcune telecom, tra cui il gruppo britannico Imperial Tobacco e Telefonica, bene anche le emissioni di Renault Banque, la società di credito al consumo del gruppo Renault, e i bond della tedesca Rwe e di Gas de France.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il