Pensione: quanto investire nei Fondi Pensione

La convenienza di investire su un fondo pensione oggi: la situazione



Investire oggi nei Fondi Pensione sembra essere un’ottima scelta, se una volta terminata l’attività lavorativa si vuol continuare a mantenere lo stesso tenore di vita, mediamente buono. Ma l’investimento in questi fondi cambia a seconda dell’età in cui si iniziano a versare soldi.

Se, infatti, ad un ragazzo di 30 anni basta versare una somma di 150 euro al mese, la situazione per un cinquantenne, per esempio, cambia e lui sarà costretto a versare almeno 639 euro: queste le somme per avere una volta in pensione 500 euro al mese.

Dalle simulazioni effettuate dalla società indipendente di analisi Progetica, società di consulenza in educazione e pianificazione finanziaria, emerge, dunque, come il tempo abbia un'importanza determinante nella previdenza complementare. Dal punto di vista finanziario, la previdenza complementare è un’ottima strada, soprattutto per chi inizia a versare in giovane età.

Andrea Carbone di Profetica ha spiegato che nel campo previdenziale l’eccessiva prudenza può significare perdita di opportunità. Se si hanno di fronte a sé ancora molti anni di lavoro, iscriversi a un comparto garantito significa perdere le prospettive di performance che, nel lungo periodo, vengono offerte dai mercati. Tutte le analisi, infatti, confermano l'importanza di scegliere il comparto più coerente con il proprio orizzonte pensionistico.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il