BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Mutui Ottobre 2011: aumento tassi di interesse continua

Continuano a salire i tassi sui mutui: la situazione attuale



Continuano a salire i tassi di interesse dei mutui e comprare una casa oggi sembra diventata un’utopia, soprattutto per i giovani o le giovani coppie che si apprestano a chiedere un mutuo.

Dopo la prima ondata di aumenti a settembre, ne è in arrivo un’altra. Il problema degli spread impazziti è un problema che riguarda i nuovi mutuatari, ma soprattutto quelli che sono in attesa della delibera bancaria, dopo aver chiesto il preventivo, e che vedono salire vertiginosamente i costi.

Per fare qualche esempio, basti pensare che la scorsa domenica Ing direct ha alzato lo spread sui mutui tra gli 80 e i 140 punti base, Webank li ha ritoccati dallo 0,9% a oltre il 2% e stessa operazione ha fatto Chebanca!.

Egidio Vacchini, amministratore delegato di Progetica, ha spiegato che ciò che sta accadendo sui prezzi dei mutui è conseguenza del taglio del rating da parte di Moody’s all’Italia, un processo che ha toccato anche le sue banche principali e questo ha inevitabilmente inciso sull’aumento dello spread applicato dagli istituti di credito.

“E’ anche vero che i tassi applicati ai mutuatari dipendono da numerosi fattori: ad esempio le politiche commerciali dei singoli istituti principalmente, ma anche dal fatto di aver disponibile denaro acquistato in momenti meno complessi”.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il