Mutui online su Internet 2011: richieste in crescita

Gli italiani preferiscono il web per richiedere finanziamenti: i profili tipo



Se chiedere oggi un mutuo, e soprattutto sceglierne la giusta tipologia, sembra diventata un’impresa ardua, e in tanti se ne tengono alla larga al momento, considerando l’incertezza che regna sui mercati e l’andamento altalenante dei tassi, che siano fissi o variabili, crescono, in controtendenza, le richieste di mutui online e sono sempre più coloro che scelgono il web per richiedere finanziamenti.

L’importo medio richiesto è di 157.785 euro, in aumento rispetto ai 153.228 euro registrati nel secondo trimestre del 2011: questo è quanto emerge dalla terza trimestrale dell'osservatorio mutui di Mutui-internet.it, da cui si evince, inoltre, che il numero di utenti che si sono rivolti a mutui-internet.it ha raggiunto i 15.000, per un totale di quasi 2,4 mliardi di euro di importo finanziato richiesto.

Il 77,51% delle richieste sono state inviate per l'acquisto della prima abitazione, il 7,27% per ottenere surroghi, cioè la portabilità del proprio mutuo da una banca a un'altra, il 5,67% per l'acquisto della seconda abitazione e il 4,19% per sostituzione+liquidità.

La durata media dei finanziamenti si è assestata sui 26 anni (in salita rispetto ai 23 anni registrati nel secondo trimestre), mentre il reddito medio dei richiedenti è di 2.406 euro. Il profilo tipo emerso di coloro che hanno richiesto finanziamenti online è nell'85,22% dei casi quello di un dipendente a tempo indeterminato, segue con il 6,13% quello del lavoro autonomo con partita Iva, e poi ci sono il libero professionista con il 3,38%, il dipendente a tempo determinato (3,03%) e il pensionato (l'1,54%).

Dal punto di vista geografico, poi, emergono sostanziali differenze: in Campania, per esempio, la percentuale di richieste per sostituzione+liquidità nel terzo trimestre è stata del 10,13% mentre nel Lazio del 4,3%, in Piemonte, Toscana e Veneto sono state tra il 2 e il 3,5% e in Lombardia solo l’1,92%.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il