BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Steve Jobs, Bono e l'iPod nero: la storia nella biografia

Il sodalizio fra Jobs e Bono: come nacque l’idea di un iPod nero



Steve Jobs è stato protagonista di un incontro con una delle rockstar più amate del mondo, Bono Vox, a cui aveva ‘promesso’ la realizzazione di un iPod speciale, nero. E’ il quotidiano La Repubblica a raccontare com'è nato il sodalizio tra il genio dell'hi-tech e gli U2.

L'iniziativa fu di Bono, leader degli U2, che come gli altri componenti nel 2004 voleva rinvigorire l'immagine del gruppo ed era preoccupato per l'aumentare dei download illegali. Per questo decise di rivolgersi a Apple, che stava promuovendo iTunes, per proporre un accordo senza precedenti nella storia del gruppo di Dublino: offrire la propria musica per uno spot e, in cambio ottenere pubblicità e un iPod personalizzato, nero, da cui ricavare delle royalty.

La band aveva prodotto un nuovo splendido album ‘the Edge’ e sapendo di dover trovare il modo di far decollare l'lp, Bono telefonò a Jobs: “Volevo una cosa specifica dalla Apple. Avevamo una canzone, Vertigo, la quale aveva un riff di chitarra molto aggressivo che sapevo sarebbe stato contagioso, ma solo se la gente vi fosse stata esposta un gran numero di volte”.

Steve Jobs era inizialmente scettico e non molto d'accordo a creare una versione dell'iPod apposta per gli U2, ma alla fine cambiò idea e nacque l'iPod Special Edition U2 (nero con ghiera rossa). Il racconto di questa ‘avventura’ emerge dalla biografia ufficiale di Steve Jobs scritta da Walter Isaacson, che avrebbe dovuto intitolarsi ‘iSteve: The Book of Jobs’ e invece si chiamerà ‘Steve Jobs: a biography’. Il libro sarà in vendita il prossimo 24 ottobre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il