BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ue: riforme e crescita subito. Italia rischia come la Grecia

Italia a rischio default come la Grecia?



Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi continua a sostenere che l’Italia non corree alcun rischio ma la crisi che il Paese sta attraversando continua ad acuirsi e gli inviti da parte dell’Ue ad attuare riforme concrete ed efficace continuano a fioccare inesorabili. In occasione del summit, infatti, l'Italia è stata sollecitata a introdurre le riforme economiche necessarie per evitare uno scenario simile a quello della Grecia, sull'orlo di un default.

La cancelliera tedesca Merkel e il presidente francese Sarkozy hanno sottolineato “l'impellente necessità di passi concreti e credibili negli Stati della zona euro, senza i quali qualunque misura intrapresa a livello collettivo sarebbe insufficiente”. Inoltre, la Merkel ha lanciato un avvertimento all'Italia dicendo che se il debito italiano resta al 120% del Prodotto interno lordo “non avrà più importanza l'altezza del muro protettivo che riusciremo a costruire: i mercati non ridaranno fiducia all'area dell'euro”.

Al termine del vertice Ue, il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy ha chiesto “un grande sforzo alle autorità italiane e credo che loro abbiano intenzione di farlo”.

Sul tavolo dei leader Ue un accordo sulla Grecia che renda sostenibile per Atene l'onere sul debito, il rafforzamento patrimoniale delle banche europee, il miglioramento della governance dell'area euro e il rafforzamento della capacità di fuoco del fondo di salvataggio EFSF per evitare che il contagio si estenda agli Stati più grandi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il