BusinessOnline - Il portale per i decision maker








55% bonus energetico: proroga di un anno fino al 2013 in decreto sviluppo

In arrivo una proroga per il bonus energetico



Tetti di spesa prima non previsti, tagli dell’aliquota, ampliamento degli interventi in grado di beneficiare della detrazione e per finestre e piccole caldaie la riduzione fin da subito al 41% della percentuale di detrazione: queste le misure che dovrebbero essere contenute nel decreto sviluppo in materia di detrazioni energetiche. Sembra che, dunque, la norma per la detrazione del 55%, in scadenza a fine anno, verrà prorogata con decreto sviluppo alle porte.

Le novità più importanti riguarderanno, come accennato, importanti come l’introduzione di tetti di spesa specifica, prima non previsti (non più di tot €/m2 di pannello solare termico, non più di tot €/kW della caldaia, ecc.); l’abbassamento, per alcuni lavori, della spesa massima ammissibile a detrazione; la reintroduzione delle detrazioni per elettrodomestici ad alta efficienza e pompe di calore, ancorché con livelli inferiori di detrazione; e la riduzione fin da subito al 41% della percentuale di detrazione.

Inoltre, Finco (Federazione industrie, prodotti, impianti e servizi per le costruzioni), come ulteriore misura di incentivazione degli interventi di riqualificazione energetica degli immobili, chiede anche di introdurre un ecoprestito, concessione di prestiti agevolati a coloro che decidano di ristrutturare a fini energetici la propria casa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il