BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni: novità riforma dopo vertice Ue. Consiglio dei Ministri oggi. No Lega

Pensioni: convocato per oggi nuovo Cdm



L'Unione europea ha chiesto all'Italia di adottare i provvedimenti per il debito e la crescita entro il prossimo vertice di mercoledì. Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, parla di riforma della previdenza, di innalzamento dell’età pensionabile, ma la Lega continua a ribadire la sua posizione contro qualsiasi riforma delle pensioni e contro la patrimoniale.

A confermare questa posizione il presidente dei deputati del Carroccio, Marco Reguzzoni, che ha inoltre aggiunto che “La Lega è sempre stata contraria, abbiamo fatto le nostre proposte alternative. Poi di questa questione ne parlerà il cdm e poi arriverà in Parlamento”.

Il Consiglio dei Ministri è in programma, infatti, per oggi alle 18. Ma la Lega si dice anche pronta a scendere in piazza contro la riforma delle pensioni. “Se la riforma delle pensioni con l'innalzamento a 67 anni dell'età pensionabile sarà ben fatta, l'Udc è pronto a votarla”, ha detto, invece, Rocco Bottiglione, mentre il vicepresidente di Fli, Italo Bocchino, annuncia: “Siamo pronti a votare l'innalzamento dell’età pensionabile a patto che un minuto dopo il premier vada al Quirinale a rassegnare le dimissioni”, e Bersani ritiene che “Gli italiani riconquisteranno rispetto e fiducia che meritano. Ma con questo governo nessuna misura basterà mai”.

Del resto, dopo il vertice Ue di ieri non ci sono ormai più dubbi: Bruxelles è stata chiara con l’Italia nel suo invito, perentorio, a dar vita ad un’agenda di riforme completa con un calendario chiaro, efficace e forte al punto tale da rendere tutti i partner europei convinti dal suo impegno. Attese, dunque, entro mercoledì le misure su debito e crescita.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il