Mutui tasso fisso e variabile 2011: tassi di interesse offerte migliori a confronto

Quale tipo di mutuo preferire oggi?



Crollano le domande mutui a ottobre, i tassi di interesse di alzano a causa del rialzo degli spread, che in questi ultimi mesi hanno raggiunto quote record, mentre Euris ed Euribor rimangono stabili su bassi livelli.  Ricordiamo che 'Eurirs è l’indice cui sono legati i prestiti a tasso fisso e che nelle durate ventennali e trentennali si pone poco sopra il 3%, mentre l'Euribor, parametro dei variabili, è all'1,40% per le durate mensili e all'1,6% per il trimestrale.

Nel momento in cui si decide di acquistare una casa, l’attenzione è tutta concentrata sulla scelta della tipologia di mutuo da stipulare, se a tasso fisso o variabile, e oggi stabilirne la convenienza non è semplice. Mentre qualcuno continua a sostenere la convenienza del tasso variabile, altri consigliano il tasso fisso, oggi tornato ai minimi, ma suscettibile di futuri rialzi, calano, invece, le richieste di mutuo a tasso variabile con cap.

E’ vero che attualmente i fissi convengono di più, ma in una prospettiva di lungo periodo, questa convenienza potrebbe venire meno, a favore dei variabili e  fare previsioni certe attualmente è quasi impossibile considerando l’andamento troppo squilibrato dei mercati e dell’economia.

Da un’indagine condotta dal sito ww.mutuionline.it, concentrandosi sui tassi a 20 e 30 anni, risulta che nei prestiti fissi a 20 anni il gap di rata è di 104 euro, da 636 a 740; nel prestiti a 30 anni è di 65 euro da 537 a 602. Per quanto riguarda i variabili a 20 anni la differenza tra il mutuo migliore e il peggiore è di 97 euro, da 554 a 651; nel trentennale è di 46 euro, da 454 a 500.

Tra le migliori offerte mutui di ottobre 2011, prendendo il caso tipo di un finanziamento di 100mila euro, spicca tra i fissi a 20 anni, la proposta di Gruppo Banco Popolare, con una rata di 636 euro e con un tasso al 4,56%; a seguire troviamo BHW, con una rata di 657 euro e un tasso al 4,95%, e la proposta BNL- Gruppo BNP Paribas, con una rata di 654 euro e un tasso al 4,90%.

Tra le offerte dei variabili, la migliore è quella di Gruppo Banco Popolare, con una rata di 554 euro e un tasso al 2,99%; c’è poi quella di ING Direct, con una rata di 585 euro e un tasso al 3,59%, e infine quella di IW Bank, anch’essa con una rata di 585 euro e un tasso al 3,60%.

Per quanto riguarda invece in mutui trentennali, la migliorieofferte a tasso fisso è quella di IW Bank, che ha una rata di 537 euro. A seguire torviamo l’offerta BNL- Gruppo BNP Paribas, con una rata da 546 euro, e poi l’offerta Gruppo Bipiemme, con una rata di 566 euro, mentre tra le migliori offerte a tasso variabile, sempre a 30 anni, c'è quella di Ing Direct, con una rata di 454 euro e un tasso al 3,59%; quella di Iw Bank con una rata da 455 euro e un tasso al 3,60%, e quella di BNL- Gruppo BNP Paribas con una rata da 461 euro e un tasso al 3,72%.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il