G20: aiuto all'Europa contro crisi. Piano per debiti Italia

Nuovi piani per uscire dalla crisi. Tutto pronto per il G20



Il G20 si avvicina e, in attesa dell’appuntamento di Cannes di giovedì e venerdì prossimi, il Fondo Monetario Internazionale ha parlato di una ‘revisione degli strumenti finanziari a sua disposizione per gestire i bisogni dei Paesi membri e, specifica, tali strumenti non sono mirati a particolari Stati’.

Nella nota si legge che ‘Obiettivo della revisione è rafforzare la capacità del Fondo di mitigare il contagio fornendo liquidità ai Paesi che hanno politiche e fondamentali forti e che sono colpiti dalla crisi dei mercati finanziari globali o regionali.

Il previsto rafforzamento degli strumenti finanziari punta a rispondere ai bisogni di tutti i Paesi membri che ne hanno i requisiti e non sono mirati a particolari Stati. Fare passi avanti in queste aree era anche un importante aspetto dell'agenda del G20 messa a punto all'inizio dell’anno’.

Quindi non è un piano salva stati pensato esclusivamente per Italia e Spagna ma un lavoro iniziato più di un anno fa che vede in questo appuntamento tra i leader internazionali un importante confronto sulla situazione economica.

Sempre in vista del G20 gli stati emergenti, Cina, Russia, India, chiedono all’Europa una presa di responsabilità e a questa richiesta risponde una lettera a firma di Van Rompuy e Barroso che avvertono che ‘tutti i Paesi devono agire perché noi in Europa faremo la nostra parte, ma questa da sola non può assicurare la ripresa globale e una crescita riequilibrata’.

Il ministro delle Finanze della Germania, Wolfgang Schäuble, ha le idee chiare su come rimettere in carreggiata l'Eurozona. Intervistato dal Financial Times, ha ribadito che l'area euro non sta negoziando aiuti finanziari da altri Paesi del G20, come ad esempio quello della Cina come vociferato nei giorni scorsi, per evitare l'effetto contagio della crisi greca su altre economie europee.

E sull'Italia ha detto che “ha ancora da lavorare per risolvere i suoi problemi”. Tra Fra Fmi, Unione europea e banche centrali sarebbero in corso anche contatti per approntare un piano di contingenza in caso di eventuale contagio di Italia e Spagna nella crisi.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il