BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui o affitto per uffici o negozi: quale conviene di più

Uffici e negozi: meglio affittare o comprare?



Decidere se scegliere di pagare un affitto mensile o un muto è sempre un dilemma nel momento in cui si decide non solo per chi decide di trasferirsi in una propria casa ma anche per chi decide di prendere un ufficio e un negozio. In questi casi, le norme fiscali favoriscono l'acquisto solo se fatto come società e sembra che l’affitto sia la scelta più adatta agli esercizi commerciali.

I vantaggi dell’affitto di un immobile strumentale sono riscontrabili nella deducibilità dei canoni; nell’assenza di spese di manutenzione straordinaria a meno che il contratto non disponga diversamente; e, soprattutto, non prevedono versamento dell’Ici. I canoni di locazione dei negozi in genere si situano tra il 6 e il 7% lordo sul valore dell’immobile (in media un punto in più rispetto agli uffici); in termini reali, considerando la deducibilità fiscale dei canoni, però, il costo è tra il 4 e il 5%, un tasso decisamente inferiore agli interessi che si dovrebbero pagare per finanziare l’acquisto delle attrezzature.

Inoltre, l’acquisto di un immobile strumentale, finalizzato all’utilizzo per l’attività, apporta una riduzione di imposte se lo effettua una società. In questo caso si può procedere all’ammortamento del bene: si considera il costo dell’immobile scorporandolo da quello dell’area, e lo si spalma sulle dichiarazioni dei redditi per un numero di anni che dipendono dall’attività svolta.

L'acquisto è, inoltre. favorito dal fatto che i canoni mensili risparmiati costituiscono un guadagno e soprattutto la possibilità di rivalutazione del tempo del bene. Nelle grandi città negli ultimi venti anni il valore del non residenziale ha seguito quello delle case.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il