Prelievo forzoso da conti correnti e patrimoniale: ipotesi in discussione al cdm straordinario

Patrimoniale, condoni, prelievo forzoso: le nuove misure choc contro la crisi



E’ in programma questa sera alle 20 un Consiglio dei Ministri straordinario indetto prima dell’avvio del G20 che si terrà a Cannes. Al vaglio misure straordinarie chieste dall'Unione europea per fronteggiare la crisi del debito.

Previsti forse, inoltre, interventi aggiuntivi. Si parla di prelievo forzoso dai conti correnti e dell’introduzione della patrimoniale. L'auspicio è varare i provvedimenti attesi dall'Europa e chiesti anche dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Il premier Silvio Berlusconi ci tiene a sottolineare che “al Quirinale non c'è un capo dello Stato intento a ordire trappole”, ma la fiducia che ancora gli accorda Napolitano è a tempo, e di tempo il Cavaliere non ne ha più.

Da questa mattina è riunito a Palazzo Grazioli un vertice straordinario tra i ministri, primi fra tutti quello dello Sviluppo economico Paolo Romani, quello della Giustizia Nitto Palma e il ministro delle Riforme Roberto Calderoni, poi si sono aggiunti anche il ministro dell'Economia Giulio Tremonti, il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi e quello delle Infrastrutture Altero Matteoli, e in questa sede il presidente del Consiglio ha annunciato il varo di ‘misure choc’ per salvare il Paese e il governo, a rischio default.

Gli interventi straordinari prevedono vanno dalla patrimoniale sulla casa al prelievo forzoso su conti correnti e depositi bancari, da un piano di dismissioni ad una lunga teoria di condoni, al blocco per un anno dei contratti del pubblico impiego, a quello delle pensioni di anzianità.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il